Anche se il capoluogo campano è in tutto il mondo il regno della pizza, i dolci tipici napoletani sono altrettanto apprezzati. Napoli infatti vanta una cultura in fatto di pasticceria davvero straordinaria. Sono davvero numerose le specialità che hanno varcato i confini della Campania e che sono diventate celebri in Italia e nel mondo.

Per questo motivo abbiamo deciso di parlarti di alcune ricette di dolci tra più conosciuti e spiegarti come si preparano. Devi sapere infatti che non tutte queste prelibatezze sono così difficili da realizzare. Anche se non sei un maestro pasticcere, puoi sempre preparare qualcosa di buono e speciale.

Su Glovo trovi tanti dolci tipici napoletani

Se invece vuoi avere una colazione a domicilio a Napoli con qualche dolce speciale, oppure vuoi ordinare qualcosa di piacevole dal sapore partenopeo, ovunque tu sia, ci pensa Glovo. Apri la nostra app e scegli la città dove ti trovi. Poi scrivi il tuo esatto indirizzo di consegna. Per cercare il dolce napoletano preferito puoi andare nella sezione “Cibo” e selezionare nel menù a sinistra la voce “Colazione”. In alternativa scegli la sezione “Gelati & Dolci”. A questo punto puoi inserire nella casella di ricerca il nome della specialità di pasticceria di Napoli, ad esempio “pastiera”.

Compariranno sullo schermo la lista dei dolci disponibili e i relativi bar e pasticcerie disponibili per la consegna a domicilio a casa tua. Dopo aver effettuato l’ordine non dovrai far altro che attendere comodamente a casa tua l’arrivo del nostro corriere.

Ma adesso è il momento di parlare un po’ della tradizione napoletana in fatto di dolci e di pasticceria in genere.

Gli struffoli sono uno dei piĂą tipici dolci napoletani

Storia della pasticceria napoletana

La celebre pastiera napoletana è sicuramente un dolce che ha le sue origini nel capoluogo della Campania. Per quanto vi siano antenati che affondano nella profonda antichità, la versione che conosciamo proviene probabilmente da un convento. Parliamo dell’ormai celebre monastero di San Gregorio Armeno.

Il babà invece proviene da un re polacco in esilio in Francia che decise di far aggiungere del rum a un dolce considerato troppo asciutto. Questa specialità arrivò col tempo a Parigi e, grazie alla dominazione francese della Campania, giunse finalmente a Napoli. Qui vennero effettuate le ultime modifiche per renderlo un dolce famoso ovunque.

Tra i dolci tipici napoletani è impossibile non citare gli struffoli. Tuttavia anche questa specialità arriva dall’estero, in particolare si pensa che giunga dall’antica Grecia. Il nome deriverebbe dalla parola “strongoulos” oppure “stroggulos”. Il significato è di queste parole è “dalla forma tonda”. La ricetta compare nei primi ricettari scritti nel 1600 e solo in seguito viene associato alle feste natalizie.

Le tre ricette di dolci tipici napoletani da preparare a casa tua

Napoli non offre solo la migliore pizza a domicilio, ma anche tante specialità di pasticceria che puoi preparare da solo. Non sono tutti così facili, ma puoi farcela sicuramente. Ma se non ti senti in grado di preparare questi dolci tipici napoletani, puoi sempre rivolgerti a Glovo.

La pastiera napoletana

Tra i dolci tipici napoletani la pastiera è sicuramente qualcosa di assolutamente speciale e unico. Tuttavia la sua preparazione richiede più tempo rispetto a tante altre. Vediamo nel dettaglio gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti

Impasto:

  • farina 300 grammi
  • burro a temperatura ambiente 150 grammi
  • zucchero 120
  • 1 uovo e 2 tuorli
  • lievito mezzo cucchiaino
  • 2-3 gocce di aroma di fiori d’arancio
  • scorza grattugiata di un limone
  • sale q.b.

Crema di ricotta:

  • ricotta di pecora 300 grammi
  • zucchero 270 grammi
  • 3 uova e 2 tuorli
  • cannella metĂ  cucchiaino
  • aroma di fiori d’arancio concentrato 1 cucchiaio
  • canditi 50 grammi

Per la crema di grano:

  • grano cotto 270 grammi
  • burro 20 grammi
  • latte intero 180 ml
  • scorza di un’arancia
  • scorza di un limone
Tra i dolci tipici napoletani sicuramente la pastiera è la regina

Preparazione

Per fare l’impasto comincia a unire con il frullatore o una planetaria il burro, lo zucchero la scorza di limone e l’aroma di fiori d’arancio. Poi aggiungi in sequenza l’uovo e un tuorlo alla volta insieme a un pizzico di sale. Unisci poi la farina e il lievito fino a ottenere una palla ben compatta. Usa la pellicola per fare un pacchetto ben sigillato e metti in frigo per almeno un’ora.

Intanto metti a cuocere il grano in un pentolino e schiaccialo con una forchetta. Aggiungi il burro, il latte e le scorze di arancia e limone. Arriva a sfiorare il bollore e poi togli da fuoco e fai raffreddare in una base ampia.

In una scodella metti la ricotta perfettamente sgocciolata e unisci lo zucchero, poi ricopri con la pellicola e metti in frigo un’ora. Poi aggiungi progressivamente il resto degli ingredienti.

Adesso riprendi la crema di grano raffreddata, togli le scorze di agrumi. Usa un frullatore a immersione per creare una sorta di crema. Unisci infine la crema di grano e quella di ricotta.

Prendi adesso l’impasto per ricoprire la scodella di cottura lasciandone una parte per le strisce. Versa la crema nella ciotola e metti sopra le strisce d’impasto incrociate.

Cuoci per circa un’ora in forno a 180 gradi. C’è chi preferisce cuocere a temperatura più bassa per un’ora e mezza.

Struffoli

Ecco un altro super classico tra i dolci tipici napoletani. Ecco tutto quello che serve e come farli.

Ingredienti

  • farina 200 grammi
  • 2 uova
  • burro fuso raffreddato 40 grammi
  • zucchero 20 grammi
  • rum un cucchiaio
  • la scorza di un’arancia
  • la scorza di un limone
  • lievito per dolci un cucchiaino scarso
  • sale q.b
  • olio per friggere
  • miele, frutta candita e confettini colorati per guarnire

Preparazione

In una scodella metti farina, lievito, scorze di agrumi e un pizzico di sale. Aggiungi poi il burro fuso e il rum. Infine aggiungi le uova. Una volta ottenuto l’impasto crea una palla e lasciala a riposare a temperatura ambiente per mezzora.

Fai poi con l’impasto dei lunghi cilindri e falli a pezzetti come si fa, ad esempio con gli gnocchi. Se vuoi dagli la forma delle palline. A questo punto non ti resta che farli friggere in abbondante olio bollente. Guarnisci con miele, canditi e con altre decorazioni.

Anche le sfogliatelle sono dei classici dolci tipici napoletani, perfetti per la colazione

BabĂ 

Ecco un altro dei dolci tipici napoletani che devi assolutamente provare. Questi sono gli ingredienti e di seguito il procedimento per prepararli.

Ingredienti

  • 10 uova
  • farina manitoba 500 grammi
  • zucchero 25 grammi
  • burro a temperatura ambiente 180 grammi
  • lievito fresco di birra 20 grammi
  • sale q.b.

Per la bagna

  • acqua 1,3 litri
  • rum 270 ml
  • zucchero 500 grammi

Procedimento

In una planetaria metti il lievito spezzettato e la farina, una volta mescolati aggiungi un uovo alla volta e per finire lo zucchero e il sale. Una volta ottenuto un composto omogeneo è il momento del burro da aggiungere un pezzetto alla volta. L’impasto ottenuto deve restare a riposare a temperatura ambiente in una ciotola ricoperta dalla pellicola circa 3 ore.

Poi fai delle porzioni di circa 60 grammi e mettile in appositi bicchierini metallici e fai risposare l’impasto coperto dalla pellicola fino a quando non raggiunge il bordo.

Ora metti in forno a 200 gradi per circa 25 minuti. Una volta cotti vanno fatti raffreddare e asciugare bene.

Per preparare la bagna metti in una pentola acqua e zucchero una volta sciolto spegni il fornello e aggiungi il rum. Quando raggiunge la temperatura di circa 50 gradi inzuppa bene il babĂ  nella bagna. Strizza il babĂ  per eliminare il liquido in eccesso.

Dolci tipici napoletani e l’aiuto che ti offre Glovo

Adesso, se vuoi, hai tutte le informazioni che ti servono per preparare dei dolci tipici napoletani a regola d’arte. Ma se non ne hai voglia scegli Glovo per avere direttamente a casa tua delle vere specialità di Napoli. Un dolce partenopeo fatto secondo la tradizione di aspetta su Glovo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: